Centro Storico di Urbino


Data di inserimento nel patrimonio mondiale: 1998

Criteri: (iii)(iv)

Notizie

Palazzo Ducale - mappa topografica

Il Palazzo Ducale di Urbino, capolavoro insigne dell'arte rinascimentale, rappresenta l'autentico tesoro di Urbino, ed è sede della Galleria Nazionale delle Marche.

Originariamente pensato come residenza dei Montefeltro, l'edificio viene progettato in modo ambizioso affinché divenga il fulcro della città.

La parte più antica è costituita dal lato lungo, ornato da bifore, davanti alla chiesa gotica di S. Domenico. Dopo aver ammirato la compattezza dell'esterno, con stupende finestre e portali si entra nello splendido e armonioso cortile d'onore, dove spiccano le proporzioni dei lati, il disegno di archi e colonne, il gioco cromatico dei materiali usati dal rosso del mattone al chiaro dei marmo travertino, le lodi tessute in latino al grande Federico sul doppio fregio che corre tutt'intorno in alto nel cortile, rendendo nell'insieme ancora più concreto l'ideale di armonia e di equilibrio del primo Rinascimento.

Centro ideale del palazzo è lo Studiolo, collocato al di sopra del Tempietto delle Muse e della Cappella del Perdono, come simbolo della volontà di unire pensiero cristiano e classico.

Il Palazzo Ducale può essere visitato seguendo un percorso ideale tutto intorno alla figura di Federico II di Montefeltro. Attraverso quella che è stata considerata la prima scalinata monumentale della architettura civile italiana, si accede ai piani nobili che accolgono oggi la Galleria Nazionale delle Marche.

Grazie ad una raffinata formazione culturale Federico da Montefeltro ha saputo condensare in questo spazio il fior fiore della cultura umanistica rinascimentale italiana. Cercando di fare della sua casa la dimora delle Muse, ha chiamato a sé gli uomini e gli artisti migliori del suo tempo: Piero della Francesca, Luciano Laurana, Leon Battista Alberti, Francesco di Giorgio Martini. In questa culla della cultura hanno mosso i primi passi artisti quali Raffaello e Bramante.

Il centro storico di Urbino, che ha un'estensione di poco più di un chilometro quadrato, è racchiuso tra mura bastionate e interamente costruito in mattoni cotti. Di forma romboidale allungata, il centro è diviso da due assi viari principali e quasi perpendicolari tra di loro (Via Mazzini e Via Cesare Battisti per un verso Via Raffaello e Via Veneto dall'altro), che si incontrano nella Piazza principale (Piazza della Repubblica).





Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Strumenti personali