Centro Storico di Roma

Data di inserimento nel patrimonio mondiale: 1980
Criteri: (i)(ii)(iii)(iv)(vi)

Notizie

Fondata da Romolo, secondo le fonti più accreditate, attorno al 753 a.C. in seguito alla fusione di differenti agglomerati minori: nasce l’Urbe. Molto probabilmente il primo nucleo cittadino sorse sul Palatino per spostarsi poi, in seguito a bonifiche delle paludi allora presenti in misura massiccia, verso il Campidoglio, attorno al quale vennero costruiti i Fori. La cultura etrusca, predominante nella penisola in quel periodo storico, si evidenzia nella struttura urbanistica conferita al sito alle sue origini, ma la sua posizione e l’avvento della Repubblica prima e dell’Impero poi, portarono ben presto Roma a divenire Caput Mundi.

La città è oggi una grande metropoli ed un centro culturale contemporaneo di grande rilievo, ma è anche meta imprescindibile per chi voglia conoscere e comprendere le origini della cultura occidentale tutta, con riferimento ad ogni epoca ed influenza, poiché in essa è vivo e gelosamente preservato e custodito il patrimonio storico e artistico di più di duemila anni di storia. Roma domina il mondo e il suo Impero si estende a latitudini fino ad allora sconosciute, dando vita così per la prima volta al concetto nuovo di mondo: non più regioni isolate e primitive, ma una trama umana e civile intessuta con pazienza e coraggio i cui fili partivano da un solo ed unico luogo.

L’immagine grandiosa di Roma rimane impressa nella mente di tutti coloro che attraversano i Fori Imperiali ed ammirano il Colosseo, l’elegante sagoma del Circo Massimo, la Domus Aurea, i Mausoleo di Augusto e di Adriano, il Pantheon e le Colonne di Traiano e di Marco Aurelio, tutti simboli della grande Roma Imperiale. Grandiose opere d’arte furono realizzate nella Città anche nel periodo del Basso Impero e del Medioevo. Le chiese paleocristiane e lo splendore dei mosaici dei Cosmati lasciavano, infatti, stupefatti viaggiatori e pellegrini provenienti da tutta l’Europa. Durante il governo dei Pontefici fiorisce la grande stagione del Rinascimento di Roma che ospitò grandi artisti, quali Michelangelo, Caravaggio, Bernini e Borromini, che seppero produrre splendide opere d’arte.

E’ in questo periodo che venne avviata una politica di grandi opere urbanistiche, con la costruzione di strade, fontane e basiliche, il cui assetto culmina sotto il pontificato di Sisto V e con il completamento della Piazza San Pietro negli anni del pontificato di Alessandro VII. Tra il 1700 ed il 1800 Roma, in quanto esempio delle varie fasi artistiche e culturali che nel tempo si sono avvicendate, divenne meta privilegiata di grandi viaggi per gli eruditi di tutto il mondo. Tra di essi si annoverano grandi pittori, poeti e scrittori quali Goethe, Byron, Shelley, Keats, Andersen e Corot. Nel 1859 Roma diviene Capitale d’Italia assumendo fino ai primi del ‘900 nuove fisionomie neo-classiche e liberty i cui principali esempi sono il Vittoriano, Piazza del Popolo ed il Pincio. Oggi, sede di ministeri e di uffici, di attività e di potere, Roma continua, grandiosa e sorniona, a farsi ammirare per il suo fascino intramontabile e per la secolare ed imperitura bellezza dei palazzi, delle chiese e dei musei che conservano inestimabili tesori di arte e cultura.



Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Strumenti personali