Residenze della Casa Reale di Savoia

Data di inserimento nel patrimonio mondiale: 1997
Criteri: (i) (ii) (iv) (v)

Un po' di storia

Quando Emanuele Filiberto, Duca di Savoia, spostò la sua capitale in Torino (era il 1562) cominciò una vasta attività di costruzione, proseguita poi dai suoi successori, che ebbe lo scopo di dimostrare il potere economico della Casa regnante.

Questo eccezionale insieme di costruzioni, progettato e abbellito dai migliori architetti ed artisti dell'epoca, si irradia dal Palazzo Reale di Torino in una parte significativa del Piemonte, e include molte residenze estive e palazzi di caccia.

Le Residenze Sabaude sono state inserite nel Patrimonio Mondiale UNESCO in considerazione del fatto che si tratta di un insieme di opere architettoniche monumentali fortemente rappresentative dei canoni architettonici del XVII e XVIII secolo, che utilizzano lo spazio e lo stile in modo da rappresentare in modo tangibile l'idea di monarchia assoluta.

Elenco

Palazzo Reale nel Comune di Torino - Provincia di Torino

Palazzo Madama nel Comune di Torino - Provincia di Torino

Palazzo Carignano nel Comune di Torino - Provincia di Torino

Castello del Valentino nel Comune di Torino - Provincia di Torino

Villa della Regina nel Comune di Torino - Provincia di Torino

Palazzina di Caccia nel Comune di Stupinigi - Provincia di Torino

Reggia di Venaria nel Comune di Venaria Reale - Provincia di Torino

Castello della Mandria nel Comune di Torino - Provincia di Torino

Castello di Rivoli nel Comune di Rivoli - Provincia di Torino

Castello Ducale di Agliè nel Comune di Agliè - Provincia di Torino

Castello di Moncalieri nel Comune di Moncalieri - Provincia di Torino

Castello di Racconigi nel Comune di Racconigi - Provincia di Cuneo

Castello di Pollenzo nel Comune di Bra - Provincia di Cuneo

Castello di Govone nel Comune di Govone - Provincia di Cuneo

Reggia di Valcasotto nel Comune di Garessio - Provincia di Cuneo





Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Strumenti personali