Attività del Club - Anno 2013

Fino al 27 Gennaio 2013 - Relais S. Maurizio - S. Stefano Belbo

Incontro con l'artista Sandro Chia ed esposizione di alcune sue opere - patrocinato dal Club

Questa esposizione riveste un particolare interesse dovuto alla sua originalità: si tratta infatti della presentazione di una serie dei famosi Guerrieri di Terracotta dell'Imperatore Qin Shi Huang.
Risalenti al 3° Secolo D.C. e scoperti negli anni '80 del secolo scorso, i Guerrieri erano originariamente dipinti con colori molto vivaci. Molti di questi guerrieri però, venendo alla luce durante gli scavi, hanno perso i colori originari.
L'artista Sandro Chia ha rinnovato lo spirito di queste figure creando una piccola armata di sculture colorate, che rappresentano l'incontro tra uno dei più importanti artisti internazionali e i protagonisti di una delle più importanti scoperte archeologiche di tutti i tempi.
Invito - Pieghevole


Giovedì 31 Gennaio 2013 - Sede

Conferenza stampa di presentazione del Club UNESCO di Alba

Il Club UNESCO di Alba - ottenuto il riconoscimento ufficiale - viene presentato in una conferenza stampa che si tiene presso la Sede legale del Club ad Alba, in Via Pietrino Belli 6.
La creazione del Club non può che sostenere ed aiutare, ove possibile, il progetto di candidatura di Langa e Roero al Patrimonio dell'Umanità, ad esempio attraverso iniziative di valorizzazione del territorio, proponendo azioni finalizzate allo sviluppo scientifico e culturale.
Il sodalizio è filiazione del Club UNESCO di Cuneo, dal quale proviene la gran parte dei Soci fondatori.

Rassegna stampa

Sabato 19 Gennaio 2013 ore 17.30 - Savigliano

Presentazione del libro del Socio Donato Bosca "Partivamo per la Merica"

Viene presentato il volume “Partivamo per la Merica” scritto da Donato Bosca ed edito da Priuli & Verlucca. Il volume è dedicato ai bogianen piemontesi emigranti loro malgrado e rappresenta un’iniziativa di interazione tra passato e futuro che farà successivamente tappa in altre località delle Langhe e della nostra Provincia.
A Savigliano verrà presentato il progetto “Verso il museo diffuso” e l’idea di un libro strenna 2013 con narrazioni fertilizzate dalla memoria, da costruire a più mani attraverso un’esperienza innovativa e inedita di scrittura creativa che abbia il documento e la testimonianza tra i materiali grezzi di immediato utilizzo.
Così pure, sempre a Savigliano verranno date anticipazioni sul progetto “Autori in Granda” che il Club Unesco di Alba ha portato in discussione nel proprio Direttivo nella riunione svoltasi venerdì 11 gennaio.


Domenica 24 Marzo 2013 ore 16.30 - Canelli

A proposito di Papa Francesco

Ricorda Donato Bosca: "Ero componente della Consulta Regionale per l’emigrazione quando nel 2003 si deliberò l’assegnazione del Premio “Piemontesi nel Mondo” all’allora Cardinale Mario Bergoglio, appena eletto nuovo pontefice della Chiesa Cattolica col nome di Francesco. Il riconoscimento gli venne attribuito in quanto personaggio che aveva significativamente e in senso positivo dato lustro al Piemonte.
Sono emozionato e felice nel ricordare che la famiglia di Papa Francesco proviene da Portacomaro nell’Astigiano, origini piemontesi che il Pontefice non ha mai dimenticato e che mai ha voluto ostentare."
Di Papa Francesco, della sua famiglia di emigranti, dei parenti italiani che vivono oggi a Portacomaro e a Torino si parlerà domenica 24 marzo a Canelli nell’ambito della presentazione di libri sull’emigrazione piemontese in Sud e Nord America di cui sono autori Donato Bosca e Giancarlo Libert. L’incontro, in programma presso la sede della Biblioteca “G. Monticone” ( via Roma, 37 a Canelli) con inizio alle ore 16,30, è organizzato con il patrocinio del Club Unesco di Alba di recente costituzione e ospiterà la ricercatrice Orsola Appendino di ritorno da un viaggio in Argentina di visita alle Associazioni impegnate nella valorizzazione della lingua e della cultura piemontese
Locandina




Venerdi 19 Aprile 2013 ore 20.30 - Santa Vittoria d'Alba

Il Turriglio di Santa Vittoria d'Alba - relazione del Dott. Bruno Lubatti

Il Dott. Bruno Lubatti ha intrattenuto i Soci del Club UNESCO di Alba con una relazione sul Turriglio di Santa Vittoria d'Alba, facendo riferimento alle ricostruzioni della Prof.ssa Panero, storica, dell'Università degli Studi di Milano.

"Giungendo da ponente, prima di entrare nell’ abitato della Fraz. Cinzano, lasciata la strada statale per salire sul colle di Santa Vittoria, non si può fare a meno di notare sulla destra i resti di una importante struttura muraria che va sotto il nome de “ il Turriglio”.
Di pianta circolare su basamento quadrato, la costruzione è posta all’interno di un ampio spazio quadrangolare, delimitato da un muro di cinta in pietrame con tessitura ad “opus incertum” ed è caratterizzata da una serie di anelli sovrapposti in ciottoli di fiume, alternati a conci in laterizio; ciò che rimane della parte sommitale, un tempo ben più elevata, come dimostrano rilievi dell’ inizio ‘800 (Arch. Carlo Randoni, 1807- da G. Franchi Pont, 1809) si presenta con quattro edicole semicircolari circoscritte nell’anello più alto.
Il complesso è datato intorno al I sec.a.C. e si collocava all’incrocio di importanti vie (stratae) di comunicazione: quella di Valdispinzo, da Asti a Pollenzo e quella da Alba alla pianura cuneese del Po, in margine alla piana del Tanaro.
Ben più incerta è la sua destinazione originaria; scavi archeologici condotti alla fine degli anni cinquanta hanno riportato alla luce, all’ interno del recinto, tumulazioni preromane e reperti che dimostrerebbero la frequentazione della zona sin dal neolitico.
Alcuni studiosi lo identificano come edicola funeraria o tempio circolare consacrato ad una non meglio precisata Musa, ma la versione più consolidata parrebbe essere quella che lo vuole come monumento celebrativo della vittoria di Roma ottenuta da Gaio Mario contro i Cimbri e i Teutoni (101 a.C.) e che segnò l’inizio della romanizzazione dell’intera zona. Il sito è visibile dalla strada provinciale."

Copyright © 2008 - Comune di Santa Vittoria d'Alba



Sabato 10 Agosto 2013 - S. Donato di Mango

San Lorenzo di Cultura - San Donato di Mango

Sabato 10 agosto con inizio alle ore 16 del pomeriggio si è svolto l’atteso rendez-vous annuale dei cavalieri della cultura diffusa, quelli che in un recente passato chiamavamo “cavalieri della Luna”,decine di altri custodi di memorie, i sempre più numerosi collaboratori della rivista-libro “Langhe, cultura e territorio”. L'iniziativa è anche l'occasione affinché il Club presenti la prima edizione del "Festival delle Contaminazioni".


Venerdi 18 e Sabato 19 Ottobre 2013 - Grinzane Cavour

Festival delle Contaminazioni

L’iniziativa aveva l’obiettivo di riunire e di mettere a confronto gli Autori (scrittori, poeti e artisti, con particolare attenzione a quelli attivi in Langa e Roero) e le Associazioni culturali con le Amministrazioni locali e le Case Editrici per evidenziare i notevoli problemi e le numerose difficoltà che incontra e deve affrontare la cultura soprattutto nei momenti di crisi economica e finanziaria. Infatti proprio in tali periodi le iniziative culturali sono confinate ai margini della programmazione perdendo il sostegno di chi, in tempi più favorevoli, le aveva appoggiate e sostenute.
Il Club intende ringraziare in primo luogo tutte le Associazioni, gli Autori e gli Editori partecipanti, il Museo della Stampa di Mondovì e gli Artisti Cesare Botto, Beppe Gallo, Silvio Rosso, Claudio Vigna che hanno partecipato alla Mostra Collettiva, Luca Occelli e Franco Olivero che hanno regalato una intensissima lettura di “Ma il mio nome è Paco” di Beppe Fenoglio, la cantante e pianista Claudia Giulietti, Oscar Barile che ha emozionato con la sua recitazione, il dott.Bruno Lubatti e il dott. Alessandro Lovera che hanno moderato in modo attento i lavori delle due giornate di convegno.
Il Festival delle Contaminazioni potrebbe riuscire a costruire dal basso, con la partecipazione attiva di tutte le persone che anche per un solo giorno si sono sentiti “autori” o che desiderano diventarlo, una filigrana di piccoli eventi che opportunamente distribuiti sul territorio potrebbero segnare a macchia di leopardo un modo nuovo e alternativo di promuovere cultura letteraria, puntando proprio sugli autori locali, fino ad oggi emarginati dagli eventi costruiti attorno alla notorietà, alla spettacolarizzazione e al successo.
Sezione dedicata al progetto
Resoconto
Rassegna stampa
Registrazione


Sabato 26 Ottobre 2013 - Foligno (PG)

Premiazione "La Fabbrica nel Paesaggio" 2013

Il Club UNESCO di Alba ha partecipato al concorso "La Fabbrica del Paesaggio" indetto dal Club UNESCO di Foligno e Valli del Clitumno. candidando la Scuola Enologica - Istituto di Istruzione Superiore di Stato “Umberto I” di Alba

Motivazioni della candidatura
Relazione illustrativa
Comunicato stampa
Attestato di Menzione Speciale
Rassegna stampa


Sabato 22 Novembre 2013 - Alba (CN)

Partecipazione alla presentazione delle opere realizzate nell'ambito del Progetto AmbianTIAMO dell'Associazione RICICLARTE Scuola primaria G.Rodari Corso Europa n. 134 Alba

Il Club UNESCO di Alba ha partecipato all'incontro di inaugurazione dei "Nidi d'Artista", realizzati nell'ambito del Progetto "La natura x tutti, tutti x la natura" che ha contribuito a sensibilizzare verso i temi ambientali e sociali sia i bambini sia gli adulti presenti.

Foto dell'evento
Rassegna stampa


Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Strumenti personali