Attività del Club - Anno 2012

Dal 10 al 23 Febbraio 2012

I mesi delle maschere - Omaggio a Venezia - Deva

 

La mostra "I mesi delle Maschere" si svolge al Bistrot de Venise, in Calle dei Fabbri a Venezia.
Una piccola, ma originalissima mostra viene proposta dall’artista Deva, di origine piemontese, dal critico Emanuele Horodniceanu.
Si tratta di 12 serigrafie originali realizzate su carta “Aquerelle Arches” con la collaborazione dello Studio Arte 3 del noto stampatore Serighelli.
Le opere grafiche in mostra sono la traduzione su carta di tessiture a telaio che l’artista aveva precedentemente realizzato.
“Le opere, i mesi dell’anno, sottolinea Victor De Circasia in catalogo (Papiro Arte Edizioni) – attraverso i colori del mutare delle stagioni le sequenze cromatiche nel supporto cartaceo, appositamente prodotto a mano alla maniera antica, acquistano molto più valore. ……………. in questi lavori la disposizione delle campiture di colore riassume nella sua coerenza stilistica la lezione soprattutto di Sonia Delaunay, nella cui opera domina la matrice geometrica”. Deva, torinese di origine, ma veneziana per scelta, ha frequentato gli studi di noti ed importanti artisti attraversando e sperimentando varie forme espressive dalla tessitura, alla scultura alla grafica.
L'inaugurazione ha luogo il 9 Febbraio 2012 alle 17,30 e la mostra è visitabile fino al 23 Febbraio 2012.

Locandina


Domenica 19 Febbraio 2012 ore 11.30

IN ALTO: Perez e Colombara a Limone Piemonte

 

La mostra "In Alto" presenta sculture di Augusto Perez e Piergiorgio Colombara in esposizione in questi giorni a Limone Piemonte.

Le opere sono esposte a Chalet Morel e Baita 2000 e saranno visibili fino al termine della stagione sciistica.

 

Domenica 19 Febbraio 2012 alle ore 11:30 allo Chalet Morel viene presentato il Catalogo della Mostra, alla presenza del Ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca Prof. Francesco Profumo.

Invito

Rassegna stampa


Sabato 31 Marzo 2012

Presentazione del libro "Cuneesi nella Pampa" di Giancarlo Libert

Il volume Cuneesi nella Pampa è di circa 300 pagine, ha un prezzo di copertina di euro 24,00 è arricchito da circa centocinquanta fotografie d’epoca, corredato da un ampio apparato statistico/documentario. La prefazione è di Donato Bosca, con i patrocini dell’Ambasciata Argentina in Italia e del Club Unesco di Cuneo, in collaborazione con il Centro studi e ricerche storiche onlus. Il lavoro, è frutto di anni di studio e approfondimento in archivi pubblici e privati con la consultazione di testi italiani ed esteri, che hanno consentito di dare un quadro - con un taglio storico-biografico - dell’emigrazione dalla provincia di Cuneo verso l’Argentina.

Giancarlo Libert è nato a Torino nel 1963, giornalista pubblicista. Da circa 30 anni conduce ricerche di storia locale e storia dell’emigrazione piemontese. È socio del Centro Studi Piemontesi di Torino, della Società di Studi Storici di Cuneo, della Società di Storia, Arte ed Archeologia per le province di Alessandria e di Asti, di Iulia Dertona, della Società Studi Astesi, della Società Italiana di Studi Araldici, dell’Arvangia di Alba e dell’Accademia Urbense.

Dal Roero a Buenos Aires La Stampa - Cuneo - 21.3.2012


Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Strumenti personali